Still-life Alive | Natura Viva

Natura Viva 2011-2012
2011-2012
Natura Viva 2013
2013
Natura Viva 2014
2014
Natura Viva 2015
2015
Natura Viva 2016
2016
2017

Nell’ambito formale del progetto “Natura Viva” (“Still-life Alive”), si collocano i due percorsi “Anima Mundi” e “Femminile”.

Nelle opere di “Anima Mundi” vengono mostrati alcuni aspetti della commedia/tragedia umana (con alcuni richiami ad Esopo, Fedro, La Fontaine, ecc.) con un linguaggio contemporaneo, in parte giocoso, che muovendo dalla natura morta classica cerca strade personali. I vari personaggi sono costituiti da frutta, ortaggi, oggetti che si animano sulla  tela divenuta il palcoscenico di una rappresentazione talvolta semplice e quotidiana, talvolta significativa e drammatica, in cui i partecipanti mostrano i loro diversi stadi di consapevolezza, il loro subire o partecipare alla commedia e al dramma, con la vivacità e l’incoscienza di adolescenti o la severità e la gravità di pensosi adulti. La ricerca formale si concentra sulla nitidezza dei colori e delle forme, la plasticità degli oggetti su sfondi vibranti e mossi, la semplificazione. 

Il percorso “Femminile” è una ricerca sul mistero del femminile, utilizzando il linguaggio e la ricerca formale portati avanti parallelamente nelle altre mie serie. I soggetti sono donne, talvolta donne-frutto, altre volte semplicemente volti femminili, nelle diverse età, e con diverse consapevolezze di se stesse e della propria bellezza, del proprio sbocciare alla vita. Molti simboli, sotto forma di animali o di oggetti, sono presenti, a volte sottili, a volte più evidenti, e spesso sono lo specchio di uno stato d’animo, o di un passaggio significativo vissuto dal personaggio. In molti di questi quadri la figura femminile sembra appartenere a due mondi diversi: essa è la manifestazione, in questo nostro mondo, di qualcosa che invece è realmente presente in un “altro” mondo, e per me è lo sguardo di questa figura, che è quasi sempre il punto focale di queste tele, la chiave principale per accedere al mistero del femminile.

Gli approfondimenti di alcuni quadri sono mostrati nelle pagine relative all’anno 2016 e 2017.